Controllo rapido! Gli Stati Uniti hanno annunciato improvvisamente il ripristino delle esenzioni tariffarie per 352 prodotti cinesi!

March 29, 2022

ultime notizie sull'azienda Controllo rapido! Gli Stati Uniti hanno annunciato improvvisamente il ripristino delle esenzioni tariffarie per 352 prodotti cinesi!

I vostri prodotti sono elencati?

Il 23 marzo, ora locale, l'ufficio del rappresentante di commercio degli Stati Uniti (USTR) ha annunciato sul suo sito Web ufficiale che avrebbe ripristinato le esenzioni tariffarie per alcune importazioni cinesi, comprendenti 352 dei 549 dei prodotti in attesa. Il regolamento si applicherà alle merci importate dalla Cina fra il 12 ottobre 2021 ed il 31 dicembre 2022.

ultime notizie sull'azienda Controllo rapido! Gli Stati Uniti hanno annunciato improvvisamente il ripristino delle esenzioni tariffarie per 352 prodotti cinesi!  0

L'indirizzo originale dell'annuncio:

https://ustr.gov/about-us/policy-offices/press-office/press-releases/2022/march/ustr-issues-determination-reinstatement-certain-exclusions-china-section-301-tariffs

 

La domanda che ognuna è la più responsabile circa è quali prodotti sono esentati. Secondo l'annuncio, le categorie esentate comprendono determinati tipi di borse delle parti, dei motori, del macchinario, dei prodotti chimici, dei frutti di mare e dei bagagli della bicicletta.

 

La lista che specifica abbiamo:

ultime notizie sull'azienda Controllo rapido! Gli Stati Uniti hanno annunciato improvvisamente il ripristino delle esenzioni tariffarie per 352 prodotti cinesi!  1

È presentato un rapporto che questa parte della lista delle date esentate al tempo quando Trump era in ufficio, le tariffe imponenti delle merci di 7,5% - 25% sui prodotti cinesi degno US$370 miliardo. Fra queste merci tariffa-aggiunte, gli Stati Uniti inizialmente hanno fornito più di 2.200 prodotti. Esenzioni tariffarie per fornire sollievo a determinate industrie ed ai rivenditori. La maggior parte delle rinunce si sono concluse quando hanno espirato, ma 549 sono stati estesi per un anno e questi inoltre hanno espirato alla fine del 2020.

 

L'8 ottobre l'anno scorso, USTR ha annunciato che intende alle tariffe ri-esenti su 549 oggetti importati dalla Cina e sta cercando le osservazioni pubbliche su questa. Dopo l'anno quasi mezzo, USTR ha confermato la lista.

 

«L'odierna decisione è stata perseguitata ad attenta riflessione delle osservazioni pubbliche e consultazione con altre agenzie degli Stati Uniti,» USTR ha detto.

 

Dall'entrar in caricae, presidente Joe Biden degli Stati Uniti è stato sotto pressione dalla comunità aziendale degli Stati Uniti e da alcuni legislatori da entrambi i partiti per facilitare il carico delle tariffe sulle merci importate.

 

Alla fine del gennaio 2022, più di 140 membri del democratico ed i partiti repubblicani nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti hanno inviato una lettera unita all'ufficio del rappresentante di commercio degli Stati Uniti, richiedente l'espansione delle esenzioni tariffarie per le merci cinesi esportate negli Stati Uniti per aiutare le società di Stati Uniti a recuperare dal danno causato dalla nuova epidemia di polmonite della corona. Recupero dai rischi quali le rotture della catena di fornitura.

 

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha detto in una lettera unita che le tariffe imposte alle merci cinesi esportate negli Stati Uniti nell'ambito della parte 301 hanno avute un vasto impatto su fabbricazione degli Stati Uniti, l'agricoltura, l'industria della pesca, la vendita al dettaglio, l'energia, la tecnologia e piccole e medie imprese delle compagnie di servizi (PMI) con la capacità più debole di costo di tariffa sono state colpite particolarmente duro. Allo stesso tempo, «la parte 301" ha aumentato i prezzi di una serie di beni di consumo esportatori dalla Cina negli Stati Uniti, nocenti agli interessi delle famiglie e dei consumatori americani.

 

Già agosto scorso, più di 30 dei gruppi di affari più influenti negli Stati Uniti (quali la camera di commercio americana, Business Roundtable americano, la federazione al minuto nazionale, la federazione americana dell'ufficio dell'azienda agricola e l'associazione di industria a semiconduttore, ecc. americani) la lettera hanno rivolto all'amministrazione di Biden ricominciare i colloqui commerciali con la Cina e tagliare le tariffe sulle importazioni cinesi.

 

Ma ci sono oppositori. Il Consiglio Nazionale delle organizzazioni del tessuto, che rappresenta l'industria tessile degli Stati Uniti, vuole il governo tenere le tariffe su abito e sui tessuti domestici dalla Cina.

 

Secondo un'indagine dall'analisi dei dati di Moody's, più di 90% delle tariffe imposte dagli Stati Uniti alla Cina sono sopportati dalle società e dalle famiglie americane. Più d'importanza, limitare le importazioni dalla Cina ha più effetti negativi, costando agli Stati Uniti tantissimi lavori ed inducendo l'inflazione a salire.

 

Gli ultimi dati indicano che l'indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti (IPC) nel gennaio 2022 è aumentato di 7,5% di anno in anno, colpendo i 40 anni d'altezza dal febbraio 1982. Anche dopo l'esclusione l'alimento volatile e dei prezzi dell'energia, il centro l'IPC degli Stati Uniti è aumentato 6 per cento a gennaio un anno da più in anticipo, il più grande guadagno di anno in anno dall'agosto 1982.